Luigi Garzya

In foto Luigi Garzya,  attuale vice allenatore della Primavera del Lecce.

Luigi Garzya nato a San Cesario di Lecce il 07 Luglio 1969, ex calciatore italiano, di ruolo difensore. Ha vestito le maglie del Lecce della Reggina della Roma della Cremonese del Bari del Torino, chiude la carriera sempre in Puglia con la maglia del Taranto. In questa stagione è vice allenatore della Primavera del Lecce.

Ecco la mia intervista:

DOMANDA: Prima domanda come nasce la tua passione per il calcio ? e cosa ricordi del tuo esordio ?

RISPOSTA: 30 anni fà, a differenza di adesso, avevamo un unica passione, la passione per il calcio, si giocava dalla mattina alla sera per strada perchè esisteva solamente il calcio, che vuoi o non vuoi con il passare del tempo è diventato per me un lavoro. Un ricordo indelebile per il semplice fatto che ho fatto il mio esordio in serie A a 16 anni, penso che per un ragazzo che ambiva a fare quel lavoro a fare il calciatore esordire il serie A era il sogno di tutti i ragazzi e di soprattutto il mio, e ho avuto la fortuna di realizzarlo.

DOMANDA: Si riesce a dormire la notte prima ?

RISPOSTA: All’inizio poco nel senso quando inizi a giocare sei sempre un pò teso, poi nel momento in cui passano gli anni e accumuli più esperienza si dorme abbastanza tranquillamente.

DOMANDA: Hai giocato in varie categorie dalla serie c alla serie a che differenza hai notato tra una categoria e l’altra sotto ogni punto di vista ( tipo pressioni obiettivi stadi ecc ecc ) ?

RISPOSTA: Hai sintetizzato bene, le categorie contano e logicamente c’è tanta differenza nelle categorie che hai elencato, il massimo per noi è la serie A perchè il tasso tecnico è molto superiore rispetto alle altre categorie, anche se a dire il vero i nostri campionati dalla serie B in giù sono campionati interessanti, purtroppo esistono queste categorie perchè ovviamente ci sono i calciatori più bravi come in tutti i campi come in tutti gli sport.

DOMANDA: Ti sarebbe piaciuto avere un esperienza all’estero…se si in quale campionato e perché proprio quello ?

RISPOSTA: Tornassi indietro no, nel senso che il campionato più bello era il nostro, il campionato italiano, e quindi tutti gli stranieri venivano in Italia, proprio perchè era il campionato più bello più affascinante, adesso sicuramente se giocassi in questo momento mi piacerebbe l’Inghilterra perchè è un campionato che affascina, al di là degli squadre degli stadi e dei tifosi effettivamente è tutto un altro mondo.

DOMANDA: Fra le tante squadre inglese scegli la tua preferita ?

RISPOSTA: Il Manchester City.

DOMANDA: Hai giocato contro due mostri sacri del calcio mondiale Maradona e Ronaldo non ti chiedo appunto chi ti ha impressionato di più, ma secondo te secondo la tua esperienza una caratteristica che uno avrebbe rubato all’altro ?

RISPOSTA: Maradona avrebbe rubato il destro di Ronaldo, ehhh Ronaldo a Maradona non lo so perchè comunque lui era già un fenomeno e quando uno è un fenomeno si presume che sia un giocatore completo, scherzi a parte stiamo parlando di due giocatori che hanno fatto la storia di questo sport e scegliere chi dei due è più forte è veramente difficile. Stiamo parlando di due fenomeni

DOMANDA: Oggi In che squadra italiana ti piacerebbe giocare e perché ?

RISPOSTA: Italiana, non lo so, perchè io ho avuto la fortuna di giocare nella squadra dove volevo andare a giocare ed era la Roma, però è chiaro che una delle due milanesi mi sarebbe piaciuto sicuramente, con Conte allenatore sarebbe il massimo.

DOMANDA: Ultima domanda ( diciamo di attualità ) i social ai tuoi tempi sarebbero stati più utili o più dannosi alla carriera di un calciatore e perchè ?

RISPOSTA: Non lo so perchè ti ci devi trovare, all’epoca i nostri social erano al massimo i primi telefonini, non so se c’era già facebook, comunque si viveva bene lo stesso, eravamo felice, adesso con i social è cambiato la vita non solo per i calciatori ma per tutti i quanti, non so se si viveva bene adesso o male prima secondo me si vive anche adesso bene anche perchè la vita va avanti, una cosa è certa bisogna fare uso con un certo criterio

Un ringraziamento a Luigi Garzya, per avermi concesso questa bellissima intervista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: